Colle Est della Paur
4 agosto 2011
Cima Mercantour
14 agosto 2011
Mostra tutto

Monte Jurin

Un giro nelle Alpi Liguri e nella bella Valle Pesio,al cospetto del Marguareis e del Bric Costa Rossa.

Domenica 7 agosto 2011


Il meteo oggi non è dei migliori,nella notte è piovuto,il mattino al risveglio non si capisce,è tutto cabanu. Oggi con Ugo proviamo nelle Alpi Liguri,in val Pesio,magari la perturba è più blanda.

In effetti appena arriviamo al Pian delle Gorre addirittura il cielo ha degli squarci di sereno,che bello, il brutto tempo è passato e può solo migliorare. Previsioni sbagliate….dopo un ora di cammino,superato il Gias Forntana ci troviamo nella nebbia più completa. La nostra idea è salire al Passo del Baban,che bel nome!!, e di lì con percorso ad anello attraverso il colle del Carbone salire sul Jurin e per la dorsale verso la Mirauda ritornare verso la val Pesio attraverso il colle e il Gias Vaccarile. Mal che vada,se al Baban c’è ancora nebbia,si farà una bella mangiata al Garelli da Guido.

Inaspettatamente raggiunti il passo del Baban e il Gias dell’Ortica la nebbia si è diradata e la visibilità è ottima,solamente ci sono dei nuvoloni neri verso ovest che non promettono niente di buono. Verso il Marguerais è meglio ma al la punta è ancora dentro. Decidiamo comunque di seguire l’idea originale e attraverso il bel Passo Carbone e un facile pendio,con sentiero sempre ben segnalato arriviamo in punta al Monte Jurin. Di qui verso le Marittime il tempo si sta guastando e le nuvole sono sempre più nere e incombenti.

Dorsale Vermenagna-Pesio

 

 

Il Gias Vaccarile soprano

Dopo una breve pausa riprendiamo il cammino,in discesa e poi attraverso quei bei pratoni,che in autunno e con giornate limpide sono veramente panoramici,arriviamo al colle Vaccarile,non segnato ma evidente; di qui su sentieri delle mucche raggiungiamo il Gias soprano del Vaccarile,dove una signora ci viene incontro per scambiare 4 parole. In effetti quel posto è veramente isolato,non ci passa mai un cane e per di più non è neanche vicino e comodo.

Il tempo ha tenuto,non piove e iniziamo la discesa per quel ripido versante,il sentiero è sempre bello e evidente e attraverso il Gias Sottano del Vaccarile arriviamo a chiudere l’anello raggiungendo il sentiero di salita dove questo traversa a sinistra verso il Baban

verso il Gias Vaccarile sottano

Due gocce d pioggia comunque le prendiamo a 5  minuti dal Pian delle Gorre,non potevamo passare indenni,anche se sotto il bosco non ci siamo neanche bagnati

Download traccia GPX

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com