Tete Dure
19 Settembre 2019
Colletto del Vallonasso
29 Settembre 2019
Mostra tutto

Gias Pari Valle Pesio

La Gardiola

 

 

Giovedì 26 Settembre 2019

 

L’escursione di oggi compie un anello nei boschi del versante destro orografico della Valle Pesio poco a monte della Certosa di Pesio. Tocca i due gias Pari per poi traversare sotto La Gardiola e raggiungere il Gias Baus d’L’Ula. Di qui ritorna nel fondovalle seguendo un tratto la sterrata che sale dalla certosa. E’ una zona molto frequantata in inverno dai ciaspolatori e dagli scialpinisti in quanto anche dopo abbondanti nevicate non ci sono grandi pericoli di valanghe. A causa del forte vento del 2018 molti pini sono stati abbattuti specialmente in alto, nel tratto in traverso verso il Baus d’L’Ula ma nonostante il cartello di sentiero non percorribile, si passa senza particolari difficoltà, basta ogni tanto chinarsi e abbassare la schiena. La zona è interessante dal punto di vista naturalistico, molte specie di piante, funghi e animali percorrono la zona, meno dal punto di vista peasaggistico in quanto il panorama si apre solo verso la Bisalta e le montagne del versante opposto; a meno che non si decida di salire al Casino del Cars e alla Cima Piastra, in tal caso la vista si apre su tutta la pianura.

Avvicinamento: si risale la valle Pesio da Chiusa Pesio fino alla bella Certosa ancora abitata dai frati. Si continua sulla strada asfaltata per il Pian delle Gorre fino al casotto dei guardiaparco dove si parcheggi e dove sulla destra si stacca la strada per il Villaggio Ardua.

Itinerario: davanti al casotto parte il sentiero segnato che sale nel bel bosco di pini in direzione est. Si abbandona subito dopo il tracciato per il Sentiero Naturalistico che porta al Pian delle Gorre per risalire con numerose svolte il ripido pendio fino ad una vaga sella dove si trovano delle poszze d’acqua visitate dai cinghiali. Si prosegue adesso in piano giungendo così poco oltre al Gias di Messo del Pari. Si continua in leggera salita spostandosi verso sinistra e si attarversa un rio per portarsi su un costone sulla sinistra. Il sentiero sale adesso ripido con numerose svolte fino a sbucare su terreno aperto in vista del Gias Soprano del Pari. Con un diagonale a sinistra si rientra nel bosco di pini per raggiungere il costone divisorio con il Vallone del Cavallo e in breve si raggiunge il gias. Si lascia il sentiero che prosegue verso il Casino del Cars per continuare in leggera discesa sui quello che travresa a sinistra immenttendosi nel Vallone del Cavallo. Con alcuni saliscendi si raggiunge il diroccato Gais Burche per sbucare infine sulla forestale che si stacca dalla sterrata proveniente dalla Certosa. Si continua in piano a sinistra segunedo questa pista ormai un pò abbandonata e invasa da numerosi tronchi caduti a causa del vento. Senza particolari difficoltà si passa schivandoli o abbassandosi al di sotto fino a sbucare sulla sterrata a monte del Gias Baus d’L’Ula ma qui già liberata dagli alberi e ben percorribile. La si segue fedelmente in discesa, si passa a questo gias e si continua fino a dove la strada con una evidente curva a destra si porta nel Vallone di San Bruno. La si abbandona per seguire una traccia segnata con alcuni vecchi bolli gialli che segue facilmente un costone in direzione ovest verso la Certosa. Si riprende così la strada più in basso dove questa svola a sinistra e ritorna nel Vallone del Cavallo. La si segue adesso senza possibilità di errore e lascita un traccia che scende diretta alla Certosa si attraversa un ponte e con un lungo diagonale in piano si sbuca nei pressi della strada asfaltata che sal al Pian delle Gorre. Senza toccarla il sentiero la costeggia sulla sinistra (destra orografica), passa alla Fontana Dompè e su un ultimo tratto di asfalto si ritorna infine all’auto.

 

partenza

 

 

 

bel bosco

 

Gias di Mezzo del Pari

 

alberi sradicati

 

vista sulla Bisalta

 

Gias Soprano del Pari

 

La Gardiola

 

manine

 

sulla forestale

 

Gias Baus d’L’Ula

 

tratto di sentiero che taglia la strada di discesa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com