Gias Pari
26 Settembre 2019
Monte Baussetti
3 Ottobre 2019
Mostra tutto

Colletto del Vallonasso Valle Maira

il Lago Apsoi e il Colle Enchiausa

 

 

Domenica 29 Settembre 2019

 

La gita di oggi è mirata ad un colletto per niente frequentato e poco invitante, situato sotto alle grandi pareti dell’Auto Vallonasso e all’apparenza adirittura illogico e senza particolare utilità. Ma esiste un sentierino e il passaggio è agevole e senza difficoltà, quindi una volta era frequentato probabilmente da pastori o briganti, che in qualche modo avevano la necessità di passare dal Vallone del Colletto, giungendo attraverso il Passo Baracconi o il Colle Arcana, al Vallone di Apsoi e quindi verso il vicino Ubaye e la Francia, senza dover scendere in basso al Lago Visaisa. Siccome poi l’escursione in sè non era molto lunga ho deciso di continuarla verso il Passo della Cavalla ed effettuare poi la discesa nel vallone del Sautron. Naturalmente il colletto Vallonasso è fine a se stesso ed allunga solo il percorso se si vuole effettuare invece il bel giro menzionato. L’escursione passa nei pressi del bel Lago Visaisa, incastonato in una profonda conca, per poi salire nel Vallone del Colletto e senza raggiungere questo passo svolta a destra per raggiungere il Colletto Vallonasso su vecchie tracce. Scende poi sul ripido e pietroso versante opposto per riprendere il sentiero verso il Bivacco Bonelli abbandonato in precedenza e di qui si continua al Passo della Cavalla. Il Panorama si apre sulle belle cime della Val Maira e la zona presenta numerosi sentieri che permettono di variare l’escursione con al salita di alcune cime circostanti (Manse,Soubeyran,Auto Vallonasso).

Avvicinamento: il luogo di partenza sono le Sorgenti Maira, che si trovano sopra Saretto e raggiungibili risalendo la Val Maira fino a questa bella borgata; qui si svolta a sinistra e seguendo le indicazioni in circa 1 km si raggiunge questa bella spianata erbosa dove sorge un campeggio.

Itinerario: dal grande parcheggio vicino al campeggio si seguono le indicazioni per il Lago Visaisa e il Bivacco Bonelli, seguendo un sentiero che in breve raggiunge un panoramico costone poco a monte di un evidente ripetitore. Si continua e poco dopo si raggiunge una sterrata che sulla destra porta al Bivacco Sertori e al Colle Sautron, la quale sarà il percorso di ritorno. Si continua invece sul sentiero che sale verso ovest e con numerose svolte porta al bel dosso erboso dove si trova nella conca sottostante il Lago Visaisa. Si segue in piano l’evidente sentiero che taglia in diagonale il pietroso versante della Bais del Rossin fino a una palina indicante il Bivaco Bonelli e Lago Apsoi. Proprio qui si stacca sulla sinistra (non indicato dalla palina) il sentiero che si inoltra nel Vallone del Colleto, segnato con nuemerosi bolli rossi-blu. Si sale tra i radi larici sul sentierino non molto marcato ma ben segnato che dopo alcuni dossi raggiunge la bella conca situata sotto la grande parete nord dell’Auto Vallonasso, in vista del Colletto situato in fondo al vallone. Raggiunto un ometto, dove in corrispondenza si stacca sulla sinistra il tracciato per il Passo Baracconi, si svolta a destra proseguendo sul suddetto sentiero che altro non è che il suo prolungamento verso il nostro passo. Dopo un breve tratto in discesa il tracciato si perde, ma superato facilemente un piccolo costone diventa dinuovo evidente e con un traverso in leggera salita su una minuta pietraia raggiunge la nostra meta. Di qui ci si butta letteralmente sul versante opposto su una ripida pietraia solcata da un esile sentierino e senza particolari difficoltà si raggiunge sulla sinistra la grande parete sovrastante. La si costeggia per un breve tratto fino al suo termine e si prosegue in  diagonale a sinistra seguendo alcuni ometti fino a sbucare sul sentiero principale proveniente dal basso e abbandonato in precedenza. Naturalmente si può giungere qui senza passare per il Colletto del Vallonasso accorciando così di circa un’ora l’escursione. Si prosegue adesso senza problemi sul bel sentiero che lascia poco dopo sulla sinistra quello che sale al Colle di Enchiausa; si passa quindi nei pressi del Bivacco Bonelli e si raggiungono i grandi prati superiori. Lasciato a sinistra il sentiero per il Colle Villadel e più a monte quello per il Colle delle Munie si prosegue passando per delle grange diroccate fino a sbucare al Passo della Cavalla, dove sulla sinistra si stacca il sentierino che porta sulla cima del Monte Soubeyran. Si scende sul versante opposto lasciando sulla sinistra una vecchia caserma miitare, si passa appena sotto il Passo dell Fea (volendo si può scendere da questo colletto su un ripido sentiero che porta direttamente al Lago Visaisa) e dopo un tratto con poca pendenza si giunge ad una sella nei pressi di una nuova croce metallica chiamata Croce di Caraglio. Si continua sull’evidente sentiero che raggiunge il fondo del Vallonasso del Sautron e la Sorgente del Baciasset dalla quale si continua in discesa fino alle Grange Pausa. Qui si recupera la sterrata che seguita fedelmente porta direttamente alle Sorgenti Maira. Si evitano però i tornanti iniziali per il sentiero segnato e poi con un lungo diagonale si raggiunge il sentiero percorso in salita poco prima del punto di partenza.

 

partenza

 

verso il Lago Visaisa

 

verso valle

 

pannello esplicativo del Lago Visaisa

 

bel anfiteatro verso il Bivacco Bonelli

 

si traversa in piano

 

il Lago Visaisa incastonato in basso

 

 

qui si lascia il sentiero principale

 

la grande parete dell’Auto Vallonasso

 

uno sguardo indietro

 

il Colletto del Vallonasso in centro foto vicino al torrioncino giallo

 

il Vallone del Colletto con l’omonimo colle in fondo

 

dal Colletto del Vallonasso la discesa

 

il pendio percorso in discesa con il colletto in centro

 

verso valle con il gruppo Castello Provenzale

 

il Bivacco Bonelli

 

il Lago Apsoi e il Colle Enchiausa

 

al Passo della Cavalla con dietro il Soubeyran

 

in centro il Passo della Fea

 

la strada da seguire per il ritorno

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com