Quota 2696 al Monte Giordano

Sabato 17 Novembre 2012

Oggi il meteo è bello e stabile e anche freddo. Decido di andare in val Maira,al Monte Giordano nel vallone del Preit. So che qualcuno è andato al Bodoira per cui la traccia per un bel pezzo c’è. Arrivo alla centrale sopra Preit che è ancora notte,non c’è una machina e il termometro segna -4. Di neve non è che ce ne sia un granchè,il Giobert nonè fattibile e per di piùè una crosta terribile. Nei giorni scorsi la nuvolosità è arrivata fino a 2200 metro per cui la neve ne ha risentito.

Seguo la strada con delle tracce indurite,passo sotto il canalone del Cassorso e sbuco al colle del Preit,finalmente il primo sole

sulla strada

canale del Cassorso

colle el Preit

Continuo per la strada e in breve ritorno in ombra,la temperatura è sempre bassa e la neve pian piano da crosta diventa bella farinosa. Seguo sempre le numerose tracce fino a quando le lascio per seguire un valloncello verso ovest che permette di passare dal lato opposto della bastionata rocciosa che scende dal Bric Servagno. Vedo che un solitario è già passato,molto bene così c’è la traccia. Purtroppo più salgo e più la traccia è ricoperta dal vento e mi fa tribulare ben bene.

vecchia traccia

Arrivo comunque sotto l’ultimo ripido pendio che porta in vetta; risalgo ancora un pò dietro le tracce indurite e alla fine decido di optare invece alla bella e sciistica quota 2996 a est del Giordano,sullo spartiacque con la valle Stura in direzione del Bodoira. In fondo sul Giordano ci ero già stato salendo dalla valle Stura e fare una cima nuova è sempre più allettante,anche se questa non è nominata

la mia meta a sinistra

E’ addirittura meglio fare una nuova traccia che seguire quella vecchia e con alcune “gucie” su terreno ripido sbuco a un colletto

dal colletto

La mia meta ormai è lì vicina e in breve la raggiungo per la facile dorsale. Il panorama è notevole,ci sono molte tracce sul Bodoira e in lontananza in basso delle persone stanno salendo.

sguardo in basso

il Bodoira all’estrema destra

verso la Gardetta

Dopo le foto di rito inizio subito la discesa,decido di scendere direttamente per il bel pendio nord,non c’è nessuna traccia e la neve sembra più che a posto.

il Giordano

Continuo per i bei pendii di farina e in breve raggiungo le tracce del Bodoira,dove molta gente sta salendo

In breve sono alle Grange Ciampasso,la neve diventa una bella crosta insciabile e seguendo fedelmente la strada ritorno all’auto

Download traccia GPS

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com