Punta De La Pierre
9 gennaio 2012
Bric Costa Rossa
21 gennaio 2012
Mostra tutto

Pic de Foreant

Domenica 15 Gennaio 2012

Continua a fare delle giornate spaziali per cui si va in montagna. Sentiamo Nadia che ha combinato con Giacomino,Daniele e Vanni di andare in val Varaita,zona colle dell’Agnello,e sconfinare un pò sul versante francese dove la neve è un pò più abbondante ma soprattutto ventata liscia e costante.

La prima parte della gita è a piedi sulla strada asfaltata che porta al colle,anche se qualche ostinato vuole salire a tutti i costi con gli sci nei piedi.

Poco più in su,dopo i primi tornanti,l’innevamento aumenta e la neve è compressa e dura ma non ghiacciata.

Pian piano arriviamo alla grangia degli alpini poco sotto il colle dove al sole si fa culassioun.

Vedi già del succo di frutta di colore rosso che gira ma preferisco tenermi perchè ne abbiamo ancora un pò da fare,e poi io non ho mica il fisico dei miei compagni…

Il colle è lì vicino e subito vediamo la nostra meta

dal colle la nostra meta a sinistra

Divalliamo sull’altro versante senza neanche togliere le pelli,si perdono circa 120 metri di dislivello,e imbocchiamo il vallone che porta al col de Eychassier a 2919.

si riinizia a salire

Nella conca che porta al colle la temperatura è molto alta,il vallone è molto riparato,e quando sbuchiamo al colle meno male che la punta è lì vicina.

In effetti saliamo sulla punta sciistica a 3027 metri,quella vera è poco più a nord e poco più alta, ma ci separa una cresta rocciosa non proprio banale. Per oggi basta e avanza. Dalla cima la vista è notevole e in primo piano si vede la bella e caratteristica Crete de la Taillante dove sulla sua parete ovest corre una via di roccia su placche,che ho percorso alcuni anni fa,ma soprattutto con buone condizioni si può scendere persino con gi sci come hanno fatto quelli che hanno lasciato le tracce ben visibili

la Taillante

In cima si sta proprio bene,senza un filo di vento,per cui tergiversiamo un pò dopo aver mangiato e bevuto tutto quello che avevamo.

Iniziamo a scendere e la neve non è niente male,sembra di essere un pò in primavera,con due dita di farina su fondo duro.

Giacomino all'opera

in discesa

Scendiamo diretti fino al rifugio dell’Agnel dove ripelliamo e pian piano ci incamminiamo verso il colle.In primo piano il Pain de Sucre che da questo versante e poi a quest’ora non mattutina mostra tutta la sua bellezza.

Le Pain de Sucre

verso il colle

Arrivo al colle e sono abbastanza stanco,la discesa però si presenta su neve molto bella,dura pressata ma non ghiacciata e filiamo via come dei razzi

curve in alto

in discesa

La gita è stata molto bella,anche se con un dislivello tra sali e e scendi di 1570 metri,la giornata poi è raro trovarla così bella e tranquilla da queste parti

Download traccia GPS

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com