Monte Pence

SnapCrab_NoName_2013-7-3_21-32-18_No-00Martedi 2 Luglio 2013

Oggi ne approfittiamo delle ferie di Anto per andare in valle Varaita e precisamente al Monte Pence,la montagna che domina verso sud-ovest Sant’Anna di Bellino.

partenza

partenza

La giornata è molto bella anche se le previsioni danno nel pomeriggio nuvole con possibilità di piovaschi. Iniziamo a salire verso Pian Traversagn sul classico itinerario per la Rocca la Marchisa

P1000498 copiawtmk

Pian Traversagn

Sbuchiamo al piano e vediamo la Marchisa ancora bella innevata a dispetto del bel verde a quote inferiori

verso Malacosta

verso Malacosta

la Marchisa

la Marchisa

Raggiunte le Grange Pra Curlevars,quasi al fondo del pianoro lasciamo la sterrata per svoltare a destra,ovest,nel bel prato privo di sentiero; conosco però l’itinerario essendoci stato un pò di anni fa e più in alto so che il sentiero riprende. Raggiunta l’ultima baita diroccata sotto un ripido pendio la traccia riappare e ci porta in una bella conca erbosa e con alcuni ripidi tornanti al Colletto di Chiausis. Di qui il panorama si apre sulla nostra meta e mentre giro lo sguardo in alto vedo un bel rapace passare sopra le nostre teste

P1000507 copiawtmkP1000508 copiawtmk

 

Scatto alcune foto di corsa e con lo zoom sperando di centrare il soggetto senza tremolio

Ci voltiamo dall’altra e vediamo il nostro percorso e la nostra cima ancora lontana

la cima dal Chiausis

la cima dal Chiausis

Scendiamo una cinquantina di metri per evitare un nevaio e riprendiamo il sentiero che sale verso un ripido pendio erboso. La traccia è sempre bella e evidente ma il terreno circostante è molto ripido ed esposto per cui non bisogna abbandonarla.

sulla traccia

sulla traccia

Costeggiando una parete rocciosa vediamo un bel gruppo di stambecchi femmine el’ultimo tratto della nostra salita

P1000515 copiawtmk

ultimo tratto

ultimo tratto

Purtroppo svoltando un costone ci troviamo di fronte un bel nevaio,questa volta su terreno ripido e siamo un pò titubanti sul da farsi. Provo a scendere per evitarlo e vedo che facendo attenzione si passa,bisogna fare però una risalita di 50 metri su terreno molto ripido. Riusciamo comunque a superare questo tratto e riprendere la sempre bella traccia

nevaio ripido

nevaio ripido

Volgo lo sguardo in basso e noto che siamo proprio sulla verticale di Sant’Anna; ancora qualche metro e ci troviamo sulla cima

verso valle

verso valle

in cima

in cima

La vista si apre adesso sull’alta valle con in primo piano il monte Maniglia

Maniglia

Maniglia

Faraut

Faraut

Dopo un pò di riposo e aver mangiucchiato qualcosa decidiamo di scendere sul versante ovest verso le Barricate. Ero già sceso in solitaria di qui ma è passato molto tempo e la memoria non è delle migliori. Scendiamo il ripido pendio erboso ma con zolle che permettono la discesa facilmente; arrivo sopra un salto e vedo che di lì non si passa; ritorno allora un pò in su e trovo il passaggio che ci permette di evitare le placconate sottostanti. Un breve ma ostico passaggino su terreno ripido e franoso ci porta su terreno più facile e privo di pericoli

passaggio per evitare le placche

passaggio per evitare le placche

pendio sceso

pendio sceso

Giro lo sguardo e vedo un altro branco di camosci o stambecchi,non li riconosco data la lontananza ma sono molto numerosiP1000528 copiawtmk

Il terreno adesso è più facile e raggiungiamo il sentiero GTA che porta al colle di Bellino. Lo seguiamo a sbuchiamo alle Barricate,ancora un piccolo nevaio ma niente di particolare

le Barricate

le Barricate

Ci siamo ormai rilassati e il tempo ha tenuto ma invece ancora un imprevisto; più in basso per attraversare il torrente manca il ponte…..per cui pediluvio assicurato,facendo attenzione a non cadere a causa della corrente abbastanza forte

P1000539 copiawtmkVa beh…ormai manca poco,raggiungiamo Pian Ceiol e per evitare due cani maremmani proviamo a scendere per il vecchio sentiero….niente da fare,arriviamo al torrente e il vecchio ponte è divelto,non ci resta che risalire e scendere per la sterrata,in compenso i due cani sono spariti. Di qui in breve raggiungiamo l’auto

Download traccia GPS

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com