Monte Grum m.2361


Grum copia

Sabato 9 Novembre 2013

Le previsioni sono belle dopo una debole perturbazione passata nella notte. In effetti ci alziamo con un nebbione fittissimo ma questo è segno che in alto dovrebbe essere bello.

Lasciamo Demonte ancora nelle nebbie ma quando ci alziamo nel Vallone dell’Arma appena raggiunta Fedio il cielo si apre senza una nuvola. Lasciamo l’auto a Trinità sulla strada principale e ci incamminiamo sulla strada che porta al cimitero. Dopo pochi minuti in una curva una palina ci indica la nostra meta.

partenza

partenza

Seguiamo il sentiero segnato subito da numerosi ometti e ci alziamo nel ripido vallone sul versante destro orografico. Il sentiero è evidente ma non molto battuto per cui in alcuni tratti è un pò invaso dalla vegetazione.

si entra nel vallone

si entra nel vallone

Saliamo con numerose serpentine e più in alto passiamo in mezzo ai resti di valanghe ma comunque sempre sul sentiero che è evidente e non si può perdere.

dall'alto

dall’alto

Verso ovest iniziamo a intravedere l’Argentera e il Matto mentre invece sopra di noi ci sono dei caratteristici e belli torrioni rossastri

Ventabren tra Argentera e Matto

Ventabren tra Argentera e Matto

P1010339 copiawtmk

Sbuchiamo così fuori dal bosco e attraverso un diagonale a destra raggiungiamo il colletto nei pressi di Rocca la Croce a 1880 metri.

sul sentiero

sul sentiero

usciti dal bosco

usciti dal bosco

Di qui il panorama si apre sulla bassa valle e sulla cima del Grumet nei pressi della cima del Grum nascosta alla vista

dal colletto

dal colletto

Con un lungo traverso in leggera saliamo arriviamo al Gias del Saut e di qui decidiamo di non salire diretti ma di seguire il sentiero che porta al Passo della Magnana.

il Passo della Magnana in fondo a destra

il Passo della Magnana in fondo a destra

A dire il vero non conviene in quanto si allunga di non poco il percorso ma in compenso si segue tutta l’ampia e panoramica dorsale nord

il Gias del Saut

il Gias del Saut

sopra il Gias

sopra il Gias

Il Grum dal Passo della Magnana

Il Grum dal Passo della Magnana

Pian piano raggiungiamo finalmente il Grumet erroneamente segnato come il Grum sulla cartina Fraternali editore,il quale invece è vicino  ma più alto di circa 50 metri in direzione est.

sul Grumet col Grum dietro

sul Grumet col Grum dietro

Raggiunta la cima il vento si fa sentire per cui non ci fermiamo molto tempo,giusto per fare due fotografie e mangiare qualcosetta.

dalla cima il vallone di discesa

dalla cima il vallone di discesa

Riprendiamo il cammino in quanto vogliamo scendere per il versante opposto nel vallone di San Giacomo. Divalliamo per i prati senza sentiero e raggiungiamo il bel laghetto del Bram.

il laghetto del Bram

il laghetto del Bram

Di qui scendiamo sui prati diretti sulla strada lasciando il sentiero segnato che porta al Passo del Bram. Arriviamo così sulla carrareccia al Gias della Sella.

La cartina indica un sentiero che scende diretto al Gias Bourel senza seguire la lunga e pianeggiante strada. All’inizio non è evidente ma poi più in basso lo si trova facilemente; lo seguiamo e riprendiamo la strada ormai in basso all’imbocco del vallone che porta a San Giacomo.

sul sentiero in basso

sul sentiero in basso

a San Giacomo

a San Giacomo

Ormai dobbiamo seguire la strada asfaltata raggiungendo dapprima San Giacomo e poi sulla strada principale Trinità e l’auto

arrivo a Trinità

arrivo a Trinità

Download traccia GPS

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com