Bric Costa Rossa
26 marzo 2016
La Serra di Ivrea
3 aprile 2016
Mostra tutto

Il Colletto

map

 

tab

 

Lunedi 28 Marzo 2016

Oggi Pasquetta ne approfittiamo del tempo che è migliorato rispetto a ieri e ritorniamo in Val Maira per una gita nel bel vallone di Unerzio,quello che da Acceglio sale a Chialvetta e al Colle della Gardetta. Con Anto ci ritroviamo ad Acceglio con i nostri amici della valle,tra i quali anche il sindaco per portarci a Chialvetta dove parcheggiamo nel piazzale ormai pieno di auto. La giornata è bella ma il meteo prevede peggioramento nel pomeriggio e in effetti ci sono alcune nuvole verso ovest.

Ci incamminiamo calzando subito gli sci per i prati sulla sinistra orografica per poi riprendere il sentiero estivo poco oltre sul nuovo ponte il legno. Saliamo in direzione di Viviere insieme a mio fratello Jello,Marcello,Gianni e altri amici con le ciastre incontrati per caso al parcheggio che hanno come meta il nuovo bivacco Valmaggia.

verso Viviere

verso Viviere

 

Superato Viviere ci portiamo sulla strada estiva e lasciamo poco dopo l’itinerario verso Prato Ciorliero e le gite che dipartono di lì per svoltare a destra in direzione nord-ovest, imboccando il Vallone Enchiausa. C’è moltissima gente in giro su tutti gli itinerari ma con neve primaverile non si deve per forza stare in coda sulla traccia di salita,ognuno sale un pò dove gli pare senza darsi fastidio. Superiamo le Grange Gorra e saliamo lungo il bel vallone al cospetto dell’Oronaye fino a dove questo si biforca.

 

oltre Viviere

oltre Viviere

 

il vallone di Enchiausa

il vallone di Enchiausa

 

in salita

in salita

 

Prendiamo il ramo di destra denominato il Vallonetto, questo vallone ci porterà diretti a Il Colletto,un vero e proprio colletto che mette in comunicazione con il versante di Saretto. Ci portiamo così sotto il ripido pendio che conduce al passo. Ci sono già alcune persone là in alto che hanno tracciato,ma la neve è molle e saliamo senza particolari difficoltà.

 

nel Vallonetto

nel Vallonetto

 

in vista della nostra meta

in vista della nostra meta

 

sul ripido pendio

sul ripido pendio

 

Raggiunto lo stretto intaglio del colle ci sistemiamo per uno spuntino e per riunirci tutti per poi prepararci per la discesa,in quanto alcune nuvole che si avvicinano non ci piacciono. Iniziamo la discesa sulla neve abbastanza molla data la ripidezza del pendio,mentre più in basso le condizioni migliorano per cui velocemente perdiamo quota.

 

discesa parte alta

discesa parte alta

 

più in basso

più in basso

 

Ritorniamo a Viviere dove ci fermiamo nel grazioso rifugio di Fabrizio per berci una birra in mezzo a una marea di gente. C’è ancora fortunatamente il sole e la temperatura è gradevole. Dopo una pausa con aperitivo rimettiamo gli sci per ridiscendere a Chialvetta e all’auto.

Traccia GPS

Statistiche

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com