Traversata Castelmagno – Gerbido
12 novembre 2015
Traversata delle Cime di Chiavardine e Peitagù
19 novembre 2015
Mostra tutto

Cima di Marta m. 2135

screenshot

 

screenshot 2

 

Sabato 14 Novembre 2015

Oggi ne approfittiamo della bella giornata per andare nella valle Valle Roja,una delle nostre preferite nel periodo autunnale.primaverile. La nostra meta è una cima rinomata e molto frequentata per il suo bel panorama e dai mountain bikers per la facilità di accesso. Il versante che saliremo noi invece è quello più selvaggio e ripido che si trova sopra La Brigue sul versante nord della montagna.

Raggiunta questa bella località situata in una valle laterale della val Roja,che si stacca da St. Dalmas de Tende,la attraversiamo per seguire una stretta stradina asfaltata che sale ripida con alcuni tornanti fino alla Baisse de Geron a 1254, metri dove parcheggiamo nel bel prato pianeggiante. Una balise ci indica il percorso lasciando sulla destra la strada sterrata che porta alla Baisse de Lugo,sotto la cima omonima, e dove siamo passati in occasione della salita alla Cime de Campbell e alla Pieremont. Iniziamo la salita per un bel sentiero in mezzo al lariceto. Poco dopo lasciamo sulla sinistra il sentiero per il Col de l’Afel, cge sarà quello seguito al ritorno.

partenza

partenza

 

pannello indicatore dei sentieri di Briga

pannello indicatore dei sentieri di Briga

 

inizio sentiero

inizio sentiero

 

nel bel bosco

nel bel bosco

 

Man mano che ci alziamo la visuale si apre sulla valle principale e sulle cime circostanti. Il sentiero sale ripido raggiungendo una cresta per poi continuare prevalentemente sul versante sinistro della dorsale.

 

panorama sul Monte Bertrand

panorama sul Monte Bertrand

 

verso il Bego

verso il Bego

 

Continuiamo seguendo la bella traccia che dopo molti tornanti raggiunge la pianeggiante dorsale tra la Cima di Marta e i Balconi di Marta. Il panorama si apre subito verso il mare,anche se la foschia impedisce di vederlo. Decidiamo di salire prima sui Balconi per poi ridiscendere e salire la cima vera e propria. Seguendo una sterrata raggiungiamo in breve la panoramica cima sede di alcune fortificazioni militari

 

verso i Balconi di Marta

verso i Balconi di Marta con la Cima di Marta a destra

 

il Toraggio e Pietravecchia

il Toraggio e Pietravecchia

 

in cima

in cima

 

selfie

selfie

 

panorama verso valle

panorama verso valle

 

Ritornati alla bassa senza zona tra le due cime saliamo adesso per una ripida traccia il pendio erboso che porta sulla Cima di Marta dove sorge un segnale trigonometrico. anche qui il panorama è di prim’ordine con più visuale verso la valle di Triora.

 

arrivo sulla Cima di Marta

arrivo sulla Cima di Marta

 

P1090238 copia

 

vista sui Balconi di Marta

vista sui Balconi di Marta

 

Dopo una bella sosta con spuntino vista la temperatura gradevole, riprendiamo il cammino seguendo la cresta sul versante opposta alla salita,seguendo una traccia segnata in giallo. Proseguiamo in direzione di una sterrata e senza raggiungerla continuiamo su sentiero fino al Col de l’Afel. Di qui svoltiamo decisamente a sinistra in direzione sud su una traccia che taglia in diagonale il lungo versante della Cima di Marta.

 

P1090255 copia

 

Questo lungo tratto attraversa una zona veramente selvaggia essendo un sentiero poco frequentato e con molti saliscendi. La traccia è sempre evidente e segnata e passa attraverso una zona rocciosa con alcuni tratti veramente caratteristici. Seguiamo questo sentiero per tutta la sua lunghezza fino ad incrociare quello di salita poco sopra la partenza.

 

inizio traverso

inizio traverso

 

nel bosco

nel bosco

 

la dorsale di salita che dobbiamo raggiungere

la dorsale di salita che dobbiamo raggiungere

 

Raggiunto il sentiero di salita alla balise 252 percorriamo a ritroso il tratto che ci riporta alla Baisse de Gereon e all’auto.

 

ritorno all'auto

ritorno all’auto

 

Traccia GPS

Statistiche

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com