Lottulo – Celle Macra
29 ottobre 2016
San Michele di Prazzo – Sentiero Schneider
8 novembre 2016
Mostra tutto

Becca Plana

map

 

tab

 

Domenica 30 Ottobre 2016

La bella escursione di oggi si trova in Valsavaranche,al confine con il Parco del Gran Paradiso. La Becca Plana si trova sulla dorsale che divide la Valsavaranche dalla valle di Cogne ed è l’ultima cima facilmente accessibile prima della lunga cresta che porta su fino al Gran Nomenon e alla Grivola. La quota non è molto elevata ma il panorama è di prim’ordine essendo la visuale libera verso tutta la Valle d’Aosta.

Raggiungiamo Introd,bel borgo oltre Aosta e lsciato il bivio per la Val di Rhemes continuiamo sulla strada della Valsavaranche fino al bivio che porte alle poche case di Chevrere, sul versante destro orografico della valle. Lasciata l’auto nel piccolo parcheggio ci incamminiamo seguendo la strada che passa a monte delle case e imbocchiamo il sentiero a sinistra segnalato da una palina.

partenza

imbocco del sentiero alla partenza

 

Questo tracciato sale ripido nel bosco che in breve diventa pineta con larici e abeti mischiati. Oltrepassata una stradina forestale continuiamo sempre sul sentiero in direzione del Petit Poignon con il panorama che si apre sul Monte Bianco in primo piano.

 

il Bianco

il Bianco

 

le Pointe du Ran e Bioula

salendo

 

 

le Pointe du Ran e Bioula

le Pointe du Ran e Bioula

 

Raggiungiamo la bella zona nei pressi del Mont de Poignon,dove eravamo già stati due anni fa e continuiamo scendendo leggermente fino al Casotto del Parco e al colle del Petit Poignon. Qui inizia la lunga salita costantemente nel bosco che porta su fino in cima alla nostra montagna. Questo tratto non è menzionato sulle mappe ma è stato recentemente segnato con bolli gialli sugli alberi e alcune frecce gialle.

 

verso il Petit Poignon

verso il Petit Poignon

 

la nostra meta laggiù sotto la neve

la nostra meta laggiù sotto il Gran Nomenon innevato

 

nel bosco

nel bosco

 

resti di quando i boscaioli lavoravano qui

resti di quando i boscaioli lavoravano qui

 

Saliamo costantemente seguendo il tracciato a volte non molto evidente fino a raggiungere un ripido pendio e uscire finalmente dal bosco nei pressi della cima. In breve la raggiungiamo e la visuale si apre magicamente su tutti i 4000 della valle.

 

fuori dal bosco appena sotto la cima

fuori dal bosco appena sotto la cima

 

finalmente in cima

finalmente in cima

 

la Grivola a sinistra e il Gran Nomenon

la Grivola a sinistra e il Gran Nomenon davanti a noi

 

panorama sul Bianco

panorama sul Bianco

Dopo una pausa e uno spuntino riprendiamo il cammino seguendo il nuovo tracciato che collega questa cima con il Colle di Becca Plana. Siamo stati a questo colle lo scorso anno salendo dalla Valle di Cogne e continuando verso il Bivacco Gontier. Ci aveva incuriosito la segnaletica che dal colle porta su questa cima,tracciato non segnata sulle carte. Questo tratto è stato però attrezzato nei punti più esposti con corde e catene e permette di evitare il tratto roccioso e alpinistico dell’affilata cresta. Seguiamo quindi le numerose frecce gialle che indicano il percorso facendo attenzione ad un colletto dove il sentierino non segue più la cresta ma si sposta a destra sul ripido pendio ovest. Con un traverso prima facile e poi esposto raggiungiamo il tratto attrezzato con catene che permettono di risalire quasi in cresta. Ancora un traverso esposto e ci troviamo su un’antecima proprio sulla verticale del colle. Scendiamo adesso superando ancora alcuni saltini rocciosi sempre ben attrezzati e ci troviamo così sul Colle di Becca Plana.

 

iniziamo il percorso di cresta

iniziamo il percorso di cresta

 

tratto con catene

tratto con catene

 

il tratto più esposto

il tratto più esposto

 

al Colle di Becca Plana

al Colle di Becca Plana

 

Uno sguardo indietro al tratto percorso e proseguiamo sulla destra del colle seguendo il bello e facile sentiero che attraversa lungamente il ripido versante. Continuiamo passando alcuni costoni sperando di iniziare prima o poi a scendere. Con stupore però dopo un ennesimo dosso si apre davanti a noi un grande vallone. Vediamo il sentiero che effettua un lungo semicerchio scendendo e poi risalendo per evitare dei salti rocciosi e portarsi così dalla parte opposta dove si intravede il Casotto del Parco  di Arolla.

 

il tratto percorso sotto la cresta rocciosa

il tratto percorso sotto la cresta rocciosa

 

lungo il traverso

lungo il traverso

 

il vallone ancora da attraversare

il vallone ancora da attraversare

 

Proseguiamo in discesa su questo aereo tratto per poi risalire di circa 100 metri di dislivello per portarsi sul versante opposto e continuare fino al Casotto.

 

uno sguardo indietro

uno sguardo indietro

 

appena sopra il Casotto del Parco

appena sopra il Casotto del Parco

 

al Casotto di Arolla

al Casotto di Arolla

 

Questo casotto è posto in una posizione spettacolare,su un ripido poggio in peno sole e in un luogo veramente selvaggio. Tutto questo tratto,dal Colle di Becca Plana al casotto e anche nella parte bassa che percorreremo dopo è uno dei più spettacolari e selvaggi che abbiamo visitato in Valle d’Aosta.

Proseguiamo quindi sul sentiero segnato che subito perde decisamente quota sul ripido versante. Guardando in basso a un primo sguardo sembra impossibile di riuscire a passare. Tra salti rocciosi e ripidissimi prati il sentiero però è sempre ben percorribile riuscendo a districarsi in un labirinto di rocce e tratti scoscesi. Una volta anche senza gps e cartine i locali riuscivamo a tracciare e salire in posti impensabili, sfruttando i lati deboli della montagna.

 

tratto del sentiero in discesa

tratto del sentiero in discesa

 

Scendiamo lungamente tutto il versante puntando al paesino di Fenille che si intravede laggiù in fondo. Più in basso nell’ultimo tratto di discesa il pendio diventa meno ripido e passati sotto una effimera cascata raggiungiamo finalmente la strada asfaltata nei pressi di un tunnel. Non ci resta che seguire la strada che in circa 2,5 km ci riporta a Chevrere e all’auto.

 

fine discesa

fine discesa

 

Traccia GPS

 

Rispondi

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com